Unità filtrante a secco demister


Unità di filtrazione per l'eliminazione dell'areosol dal fluido aspirato per la separazione e la rimozione di olii grassi e composti organici in genere dai vapori di cottura.

Le unità sono dotate di pacchi filtranti demister in acciaio armonico, per la rimozione di goccioline di areosol di diametro fino a 7 micronmetri, con rendimenti fino al 99%. La rimozione è meccanica ed a secco non sono utilizzati vapori prodotti o batterie condensanti. Il prodotto organico condensato è recuperato tramite scarico filettato dotato di valvola di intercetto. 

Le unità sono modulari e componibili con portate per singola unità da 1500 , 3000, 5000 e  8000 mc/h le portate superiori possono essere raggiunte con l'accoppiamento di più unità. Le unità standard sono pensate  per l'installazione in ambienti e locali commerciali con una dimensione massima per il lato corto di 750 mm affinché possano facilmente passare tramite le porte esistenti nei locali commerciali come ristoranti, bar, laboratori pasticceria ecc.

Hanno una perdita di carico contenuta sul circuito aeraulico di estrazione di circa 50-100 Pa a filtri puliti che permette l'integrazione di questa unità anche su impianti già realizzati e funzionanti. 

L'impiego in impianti di estrazione dei vapori di cottura di cucine e laboratori alimentari in genere  

  1. elimina la fuoriuscita dei liquidi condensati dalle canalizzazioni e negli elementi di impianto passivi  come plenum e silenziatori ed attivi come  ventilatori e serrande. La fuoriuscita involontaria del condensato dei vapori di cottura è rappresentato principalmente da olii e grassi che generano in ambiente laboratorio inquinamento microbiologico e cattivo odore.
  2. preserva gli elementi rotanti  nell'impianto come ventilatori, serrande, valvole ecc dal malfunzionamento. L' accumulo negli elementi d'impianto rotativi in genere di composti organici (olii e grassi) produce squilibri dinamici nei ventilatori, interferenza nei punti di battuta per serrande e valvole. Allunga notevolmente la vita di tutti gli elementi componenti l'impianto.
  3. riduce il rischio incendio nell'impianto e nella canna fumaria. L'accumulo negli elementi d'impianto e lungo la canna fumaria o di esalazione dei condensati dei prodotti organici presenti nei vapori di cottura sono innescabili per temperatura. L'assenza di questi prodotti dagli elementi d'impianto determina l'assenza di carburante per l'incendio. I composti organici  separati prodotti durante la cottura e presenti nei vapori di cottura vengono separati dal fluido aspirato  e raccolti dall'unità filtrante tramite scarico filettato.
  4. Elimina la necessità di manutenzione straordinaria all'impianto di estrazione in quanto l'attività si riduce esclusivamente all'ordinario, scarico del condensato e pulizia dei pacchi filtranti tramite lavaggio. I pacchi filtranti possono essere facilmente rimossi e lavati con detergenti per l'eliminazione dei residui organici accumulati .