Focolaio nosocomiale causato dalla variante SARS-CoV-2 Delta in una popolazione altamente vaccinata, Israele, luglio 2021


11 Oct
11Oct

Eurosurveillance  Volume 26, Issue 39, 30/Sep/2021 

"E' stato studiato un focolaio nosocomiale di COVID-19 che coinvolge 
la variante SARS-CoV-2 Delta in una popolazione altamente vaccinata. 
Il tasso di attacco tra gli individui esposti ha raggiunto il
23,3% nei pazienti e il 10,3% nel personale, con un tasso di vaccinazione del 96,2% tra gli individui esposti. Inoltre, probabilmente si
sono verificate diverse trasmissioni tra due individui che
indossavano entrambi maschere chirurgiche e in un caso utilizzavano
DPI completi, tra cui maschera N-95, visiera, camice e guanti."

"... Questa pubblicazione sottolinea diversi punti. 
Sfida l'assunto che alti tassi di vaccinazione universali porteranno all'immunità di gregge e preverranno le epidemie di COVID-19."

"...Potrebbe essere necessaria una terza dose di vaccino, in 
particolare negli individui con fattori di rischio per COVID-19
grave. 
Si consiglia l'uso appropriato delle maschere, soprattutto in
ambienti ad alto rischio."

Il vaccino sembra  non poter essere l'unica risposta alla diffusione del virus, resta necessario l'uso delle mascherine in ambito medico e ci spingiamo ad affermare che sarà necessario un ripensamento sulla gestione dell'aria e della sanificazione indoor.

Commenti
* L'indirizzo e-mail non verrà pubblicato sul sito Web.