L'urgente necessità di una regolamentazione della qualità dell'aria interna.


27 Jul
27Jul

estratto da the regulatory review 

La nuova ricerca scientifica e la pandemia di COVID-19 dovrebbero innescare un cambiamento di paradigma nella regolamentazione della qualità dell'aria interna. 

Un nuovo documento su Science , scritto da un importante gruppo multidisciplinare di specialisti, richiede un cambiamento di paradigma nella regolamentazione a causa delle enormi prove della trasmissione aerea di COVID-19 e di altre malattie respiratorie.

Gli autori di questo articolo esortano coloro che lavorano sulla regolamentazione a ripensare radicalmente e ad abbracciare un cambiamento di paradigma. Confrontano le malattie trasmesse dall'aria con quelle trasmesse dal cibo e dall'acqua.

Gli autori del documento Science chiedono che nuove linee guida internazionali sulla qualità dell'aria vadano oltre le linee guida sulla qualità dell'aria interna (IAQ) emesse dall'OMS e si estendano al controllo delle infezioni. Gli autori delineano le tecniche note per affrontare il controllo delle infezioni attraverso la ventilazione e indicano le organizzazioni professionali che hanno sviluppato "standard di ventilazione e durante la pandemia di COVID-19... hanno proposto azioni di controllo e miglioramenti progettuali per mitigare il rischio di infezione". Lo sviluppo di standard, tuttavia, è solo un passo, come giustamente sottolineano gli autori. L'adozione di regole non è mai abbastanza: i regolatori devono pensare a come creare sistemi normativi per la sicurezza aerea, così come esistono per la sicurezza alimentare o dell'acqua.

Commenti
* L'indirizzo e-mail non verrà pubblicato sul sito Web.